domenica 25 ottobre 2015

Complemento di grado PRIMA PARTE / Complement of degree FIRST PART


Nella lingua italiana, quando vogliamo definire come avviene una certa azione, possiamo esprimerci con modi differenti. Ad esempio posso dire: "La sua spiegazione è complicata". La domanda relativa a questa frase sarebbe: "Com'è la sua spiegazione?". Oppure: "Tu parli chiaramente" dove la domanda potrebbe essere "Come parli?” Ancora: “Il bambino ha mangiato tanto.” dove la domanda è: “Quanto ha mangiato il bambino?” Sembrano tre espressioni che tra loro abbiano ben poco in comune. Non così nella lingua cinese.

Entriamo subito in merito.

Il complemento verbale di grado viene aggiunto al verbo per mezzo della particella . La sua posizione, quindi, è subito dopo il verbo, seguita dall'attributo (aggettivo/numero). Questo attributo è il grado di cui stiamo parlando.

La struttura della frase, quindi, sarà:
SOGGETTO - - - PREDICATO - - - - - - COMPLEMENTO DI GRADO


Prendiamo il primo esempio: “La sua spiegazione è complicata.”
LUI - - - SPIEGA - - - - - - E' COMPLICATO


他介绍得很复杂。
Tā jièshào de hěn fùzá.
(La sua spiegazione è complicata)





 
Oppure: “Tu parli chiaramente”
TU - - - PARLI - - - - - - E' CHIARO


你说得很清楚。
Nǐ shuō de hěn qīngchu.
Tu parli chiaramente)

 

E ancora. “Il bambino ha mangiato tanto.”
IL BAMBINO - - - MANGIATO - - - - - - E' TANTO



孩子吃得很多。
Háizi chī de hěn duō.
(Il bambino ha mangiato tanto)
 

La domanda nel primo caso è “COME E'?”, nel secondo “COME?” e nel terzo “QUANTO”, mentre nella lingua cinese sarà sempre “COME E'?” cioè “怎么样?”

Salta subito all'occhio che, mentre in italiano abbiamo una forma aggettivale (nel primo caso), una avverbiale (nel secondo caso) e una numerale (nel terzo), in cinese il grado viene espresso da una frase dal predicato aggettivale/numerale.

Avremo così “E' COMPLICATO” nel primo caso, “E' CHIARO” nel secondo e “E' TANTO”, come complementi di grado.

NOTA: nella frase cinese dal predicato aggettivale/numerale manca il predicato () e l'aggetivo/numero è preceduto dal per evitare paragoni.

Finora abbiamo visto la frase affermativa e la frase interrogativa con l'interrogazione “COME E'?” “怎么样”. La frase imperativa viene espressa in modo completamente differente che tratteremo altrove. Vediamo, invece, cosa succede nella frase negativa.



In italiano dico “La sua spiegazione non è complicata.” negando il fulcro centrale della frase, vale a dire, il predicato. “NON E'”. Oppure “Tu non parli chiaramente” dove il fulcro è “NON PARLI”. Ancora: “Il bambino non ha mangiato tanto.” con la negazione “NON HA MANGIATO”.
Vedete com'è diverso dall'intento principale?

La lingua cinese, a mio avviso, è più aderente al significato in quanto nega l'aspetto espresso con il predicato aggettivale/numerale. Avremo così, nel primo caso, “NON E' COMPLICATO”, nel secondo “NON E' CHIARO” e, nel terzo, “NON E' TANTO”.

La struttura della frase negativa, quindi, sarà:
SOGGETTO - - - PREDICATO - - - - - - - - - COMPLEMENTO DI GRADO

Prendiamo il primo esempio: “La sua spiegazione non è complicata.”


他介绍得不复杂。
Tā jièshào de bù fùzá.
(La sua spiegazione non è complicata.)


Il secondo esempio: “Tu non parli chiaramente.”


你说得不清楚。
Nǐ shuō de bù qīngchu.
(Tu non parli chiaramente.)


Il terzo: “Il bambino non ha mangiato tanto.”


孩子吃得不多。
Háizi chī de bù duō.
(Il bambino non ha mangiato tanto.)

*****************************************************************
In the Italian language, when we want to define an action, we can express it in different ways. For example I can say: "His explanation is complicated." The question concerning this phrase would be: "What kind of is his explanation?" or: "You speak clearly" where the question might be "How do you speak?" Again: "The boy has eaten so much." Where the question is: "How much the child has eaten?" They appear three expressions having little in common between them. Not so in the Chinese language.
We enter now on.
The additional
complement can be added to the verb by means of the particle . His position, then, is right after the verb, followed by the attribute (adjective/number). This attribute is the degree we are talking about.
Sentence structure, then, will be:
SUBJECT - - - PREDICATE - - -
- - - COMPLEMENT OF DEGREE
Consider the first example: "His explanation is complicated."
HE - - - EXPLAINING - - - - - - IS COMPLICATED他 介绍 得很 复杂.
Or: "You speak clearly"
YOU - - - SPEAK - - - - - - IS CLEAR
你 说 得很 清楚.And: "The boy has eaten so much."
CHILD - - - ATE - - -
- - - IS SO MUCH孩子 吃得 很多.
The question in the first case is "
WHAT KIND OF?", in the second "HOW?" and in the third "HOW MUCH", while in the Chinese language it will always be "HOW'?”: “ 怎么 样?”It's immediately evident that, while in Italian we have an adjectival form (in the first case), an adverbial one (in the second) and a numeral (in the third), in Chinese it is expressed by a sentence with adjective/numeral as its predicate.
We will have "
IT'S COMPLICATED" in the first case, "IT'S CLEAR" in the second and "IT'S SO MUCH' as complements of degree.
NOTE: in the Chinese phrase
with adjective/numeral as its predicate, the predicate () is missing, while the adjective/number is preceded by to avoid comparisons.
So far we have seen the affirmative
sentence and the interrogative one using the question "HOW '?" "怎么 样". The imperative phrase is expressed in a completely different way that we will deal elsewhere. Let's see now what happens in the negative sentence.
In Italian I say "His explanation is not complicated." Denying the central hub of the sentence, that is, the predicate. "IT IS NOT'". Or "You do not speak clearly" where the focus is "DO NOT SPEAK". Again: "The child has not eaten much." With the denial "
HE HAS NOT ATE".Do you see how different the principal intent was?
The Chinese language, in my opinion, is closer to the meaning in that it denies the appearance expressed by adjective/numeral
as it's predicate. This will give us, in the first case, "IT'S NOT 'COMPLICATED", in the second: "IT'S NOT' CLEAR 'and, in the third,: "IT'S NOT' SO MUCH".
The structure of the negative sentence, then, will be:
SUBJECT - - - PREDICATE - - -
- - - - - - COMPLEMENT OF DEGREE
We are now considering the first example: "His explanation is not complicated."他 介绍 得不 复杂.the second: "You do not speak clearly."你 说得 不清楚.And the third: "The child has not eaten much."孩子 吃得 不多.




domenica 18 ottobre 2015

Congiunzioni con 和,也, 还 e 再-又 / Conjunctions with 和,也 ,还 and 再-又


La parola di congiungzione corrispondente alla “e” italiana é和. Tuttavia con è possibile congiungere soltanto cose tra loro affini, ad esempio
我买词典和杂志.
Wǒ mǎi cídiǎn hé zázhì.
(Compro un dizionario e una rivista)
o per dire
他喜欢唱歌和跳舞.
Tā xǐhuān chànggē hé tiàowǔ.
(Gli piace cantare e ballare).

In quest'ultimo caso, dato che sia cantare che ballare in cinese sono parole bisillabiche (dove nella parola cantare la prima vuol dire “cantare” e la seconda “canzone” e nella parola ballare la prima significa “ballare” e la seconda “ballo”); possiamo congiungerli con .
Laddove le parole da congiungere sono formate da tre sillabe, come ad esempio 听音乐 (ascoltare la musica) non è più possibile usare . Come fare?

Possiamo utilizzare la parola o . Quando l'una e quando l'altra?


Abbiamo già incontrato la parola con il suo significato “anche”. Es: 我也很好 (Anch'io sto bene).
tuttvia serve anche per congiungere, appunto, cose tra loro non affini oppure parole che superano la semplicità di una o due sillabe.
我买本词典也买些中文杂志。
Wǒ mǎi běn zìdiǎn yě mǎi xiē zhōngwén zázhì.
(Compro un dizionario e alcune riviste cinesi)
他喜欢唱歌也喜欢听音乐。
Tā xǐhuān chànggē yě xǐhuān tīng yīnyuè.
(Gli piace cantare e ascoltare musica).

Uso qualora il soggetto non sia il medesimo:
我买本词典,他也买本词典.
Wǒ mǎi běn zìdiǎn, tā yě mǎi běn zìdiǎn.
(io compro un dizionario e anche lui compra un dizionario)
ma anche in frasi negative:  
我不喜欢跳舞也不喜欢唱歌.
Wǒ bù xǐhuān tiàowǔ yě bù xǐhuān chànggē.
(non mi piace ballare e nemmeno cantare).

In questi ultimi due casi DEVO usare la parola , mentre nel primo caso posso usare sia che.
Vediamo la frase:
我买本词典也买些中文杂志
Wǒ mǎi běn zìdiǎn yě mǎi xiē zhōngwén zázhì.
(Compro un dizionario e alcune riviste cinesi),
posso trasformarla in:  
我买本词典还买些中文杂志
Wǒ mǎi běn zìdiǎn hái mǎi xiē zhōngwén zázhì,
il significato rimane uguale (Compro un dizionario e alcune riviste cinesi),
come pure nel caso di  
他喜欢唱歌也喜欢听音乐 

Tā xǐhuān chànggē yě xǐhuān tīng yīnyuè.
(Gli piace cantare e ascoltare musica)
che può benissimo essere espresso così:
他喜欢唱歌还喜欢听音乐 

Tā xǐhuān chànggē hái xǐhuān tīng yīnyuè.
(Gli piace cantare e ascoltare musica).

La differenza è che significa anche “inoltre”. Questo senso di “aggiunta” non può essere espressa con ma soltanto con .
 
Vediamo un esempio:
我也喜欢跳舞还喜欢唱歌 
Wǒ yě xǐhuān tiàowǔ hái xǐhuān chànggē
(Anche a me piace ballare e poi mi piace cantare) oppure
你学习英语和日语,还学习中文吗?
Nǐ xuéxí yīngyǔ hé rìyǔ, hái xuéxí zhōngwén ma?
(Studi inglese e giapponese e pure cinese?)

Un'altra parola di congiunzione è 再. Essa viene usata principalmente per connettere frasi o situazioni che si svolgono in seguenza:

服务员, 请来杯啤酒, 再来杯咖啡.
Fúwùyuán, qǐng lái bēi píjiǔ, zài lái bēi kāfēi.
(Cameriere, porti un bicchiere di birra e poi anche un caffè)

Parlando al passato 再viene sostituito da 又:

(他)领着 亲戚们走出北海公元 , 到饭馆里吃了晚饭 , 又把他们送回酒店. 
(Tā) lǐng zhe qīnqimen zǒuchū Běihǎi gōngyuán , dào fànguǎn lǐ chī le wǎnfàn , yòu bǎ tāmen sònghuí jiǔdiàn.
(Egli li condusse fuori dal parco Beihai, fino al ristorante dove cenarono e poi li riportò in albergo.)

La lingua italiana usa la congiunzione “e” per legare parti del discorso dai contenuti più svariati.
In alcuni casi usiamo :
我很好, 你呢?
Wǒ hěn hǎo, nǐ ne?
(Sto bene, e tu?)
妈妈身体呢?
Māmā shēntǐ ne?
(E la salute di tua mamma?)
然后呢?

Ránhòu ne?
(E poi?)

La lingua cinese, per ogni situazione, trova la sua espressione appropriata. In qualche caso con 已经 o con :

刚才六点了, 太阳已经太热了。
Gāngcái liù diǎn le, tàiyáng yìjīng tài rè le.
(Erano appena le sei e il sole era già caldissimo.) 



一吃完晚饭,就走了.
Yī chī wán wǎnfàn, jiù zǒule.
(Ha finito di cenare ed è uscito.)

Collegando eventi dove il primo ha conseguenza sul secondo troveremo:
我开始学汉语,朋友们就觉得很奇怪。
Wǒ kāishǐ xué hànyǔ, péngyǒumen jiù juédé hěn qíguài.
(Io ho cominciato a studiare cinese e gli amici l'hanno trovato molto strano.) 
*************************************************

 和 it is the word corresponding to the conjunction "and" in Italian. However with 和 you can join only things related to each other, for example我 买 本 词典 和 本 杂志 (Buy a dictionary and a magazine)or to say 他 喜欢 唱歌 和 跳舞 (He likes singing and dancing).In the latter case, since in Chinese both singing and dancing are two-syllable words (where the word singing contains the two words "to sing" and "song" and the word dancing contains the words "to dance" and "dance ") we can connect them with 和.Where the words to be joined consist of three syllables, such as 听 音乐 (listen to music) is no longer possible to use 和. How to do?We can use the word 也 or the word 还. When the one and when the other?We have already met the 也 word with its meaning "also". Ex: 我 也 很好 (I'm well, too.) However 也 also serves to join, in fact, when things are not similar to each other, or in case of words that exceed the simplicity of one or two syllables.我 买 本 词典 也 买些 中文 杂志. (Buy a dictionary and some Chinese magazines)他 喜欢 唱歌 也 喜欢 听 音乐. (He likes singing and listening to music).We use 也 if the subject is not the same 我 买 本 词典, 他 也 买 本 词典 (i buy a dictionary and he buys a dictionary) but also in negative sentences 我 不 喜欢 跳舞 也不 喜欢 唱歌 (I don't like to dancing nor singing.)
In the last two cases I MUST use the word 也, while in the first case  I can use both 也 and 还.We see the phrase 我 买 本 词典 也 买些 中文 杂志 (Buy a dictionary and some Chinese magazines), I can turn it into 我 买 本 词典 还 买些 中文 杂志, the meaning remains the same (Buy a dictionary and some Chinese magazines), as even in the case of 他 喜欢 唱歌 也 喜欢 听 音乐 (He likes singing and listening to music) that may very well be expressed as: 他 喜欢 唱歌 还 喜欢 听 音乐 (He likes singing and listening music).The difference is that 还 also means "besides". This sense of "addition" can not be expressed with
but only with  还.Here's an example:我 也 喜欢 跳舞 还 喜欢 唱歌 (I like dancing, too, moreover I like singing) or你 学习 英语 和 日语, 还 学习 中文 吗? (You study English and Japanese and Chinese as well?)The Italian language uses the word "and" to bond parts of speech from various content. In some cases use 呢: 我 很好, 你 呢? (I'm fine, and you?)妈妈 身体 呢? (What about the health of your mom?)然后 呢? (What next?)The Chinese language finds its proper expression for each situation. Sometimes with 已经 or 就: 刚才 六点 了, 太阳 已经 太 日 了. (It was only six and the sun was hot.) 一 吃完 晚饭, 就走 了 (He finished dinner and left.) For the porpose of events where the second is somehow consequence of the first we will find: 我 开始 学汉语, 朋友 们 就 觉得 很 奇快. (I began to study Chinese and friends have found it very strange.)